Convegno sui tesori della Sicilia

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Comunicato stampa

L’azienda Pandittaino al fianco della delegazione Unesco di Enna,

nel settantesimo anniversario della costituzione del primo club, Parigi ospiterà il 29 settembre un convegno sui tesori della Sicilia

Aidone, Morgantina, Enna e Valguarnera patrimonio dell’Umanità

 

Enna, 25 settembre 2017 – Anche l’azienda Pandittaino festeggia i settant’anni dalla costituzione del primo club Unesco avvenuto in Giappone, e il prossimo 29 settembre parteciperà, al fianco della delegazione di Enna, all’incontro celebrativo, organizzato a Parigi nella storica sede di Place Fontenoy. Un convegno dedicato alla Sicilia e al patrimonio archeologico storico, artistico ed etnoantropologico rappresentato dai tesori di Aidone e Morgantina, Enna e Valguarnera.

Morgantina, straordinaria città greca, nel mondo riveste un ruolo di rilievo tra i siti archeologici maggiormente danneggiati dal fenomeno degli scavi clandestini e del commercio illecito di antichità e “oggi il simbolo della vittoria della legalità e della presa di coscienza di un territorio – commenta il presidente della cooperativa Valle del Dittaino, Nino Grippaldi – che vuole il suo riscatto culturale e storico perché, con coraggio e consapevolezza, si guardi al futuro”. Morgantina è stata protagonista, infatti, di straordinari rimpatri di capolavori dell’arte greca, grazie a un lavoro di squadra, frutto di investigazioni, di trattative diplomatiche e di una certosina ricerca svolta proprio dall’Unesco: nel 2009, infatti, tornano le due sculture acrolitiche di epoca arcaica (VI a.C.) e nel 2010 il tesoro di argenti di epoca ellenistica restituito dal Metropolitan Museum of Art di New York; nel 2011 tornano anche Afrodite, la statua di divinità di età tardo-classica e nel 2016 la “Testa di Ade”, entrambe si trovavano al J.P. Getty Museum di Los Angeles. Pezzi custoditi oggi nel museo di Morgantina, aperto nel 1984.

“Siamo lieti e onorati di essere al fianco di chi ha dedicato la propria vita perché questo territorio, culla di civiltà e fecondità, avesse il giusto riconoscimento nel mondo– aggiunge Grippaldi – Per noi, da quarant’anni a questa parte, è particolarmente forte il legame con Enna e i suoi miti misteriosi e affascinanti di Persefone e di Demetra o Cerere, la dea protettrice del grano, simbolo di abbondanza”. Un culto che si rinnova ogni anno nelle fasi di semina e raccolto nelle immense, fertili e straordinarie distese dell’ennese, ricoperte per gran parte da lucenti spighe giallo-oro, da cui l’azienda la stessa cooperativa Valle del Dittaino, ha preso origine e ispirazione. Ed Henna, l’unica città greca ad aver mantenuto lo stesso nome originario, è anche il simbolo dell’integrazione tra popoli e culture. La ricostruzione storica e archeologica, frammento dopo frammento, ha portato alla luce una naturale propensione delle genti a mescolarsi, al punto di dare vita a delle forme di cultura originali e uniche.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By | 2017-10-03T15:52:19+00:00 ottobre 3rd, 2017|Press|Commenti disabilitati su Convegno sui tesori della Sicilia

About the Author:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi